Trasparenza

Il Massone è tenuto ad osservare scrupolosamente la Carta Costituzionale dello Stato nel quale risiede o che lo ospita e le leggi che ad essa si ispirino.
La Massoneria non permette ad alcuno dei suoi membri di partecipare o anche semplicemente di sostenere od incoraggiare qualsiasi azione che possa turbare la pace e l’ordine liberamente e democraticamente costituito della società.
Il diritto di riunione: art. 17 Cost. “I cittadini hanno diritto di riunirsi pacificamente e senz’armi” e quello di associazione art. 18 Cost. “I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale” sono espressamente tutelati dalla nostra Costituzione; le associazioni culturali sono disciplinate dal Codice civile e da leggi successive.
Le riunioni dei Liberi Muratori si svolgono nelle Logge, e contrariamente a quanto si pensa, non sono affatto segrete.
La nostra Loggia altro non è che una commissione di studio di un’associazione culturale, debitamente costituita secondo le leggi vigenti della Repubblica Italiana: nostra stella polare è il perfezionamento morale e spirituale, ed i nostri lavori hanno essenzialmente valenza filosofica.
Tutte le discussioni che hanno ad oggetto la politica e la religione sono proibite in Massoneria dalle Costituzioni opera del reverendo Anderson, e che risalgono al 1723.
Inoltre, coloro i quali chiedono di essere iniziati in Massoneria convinti di poter ottenere vantaggi professionali, sociali ed economici, o certi di poter concludere affari o intrallazzi di ogni genere da noi non sono benvenuti, ed anzi un fermo diniego è opposto alle loro richieste, e la loro domanda di iniziazione nella nostra Loggia è sempre respinta.
Tali individui infatti, sono incompatibili con la Massoneria e con gli ideali di libertà, uguaglianza, onestà personale e verità, che essa da tre secoli insegna e diffonde.
In ultimo, in Massoneria non è previsto alcun giuramento che preveda di favorire in qualche modo quest’ultima a danno della propria Patria: al contrario, il massone promette solennemente, all’atto della sua iniziazione, di essere un cittadino irreprensibile dello Stato che gli ha dato i natali o dello Stato nel quale si trova a vivere per motivi di lavoro o per le circostanze della vita.
Si chiede dunque al Libero Muratore -se possibile- di essere un cittadino migliore, un uomo migliore: un punto di riferimento positivo per la sua famiglia, i suoi amici, i suoi concittadini.


Ai fini della più ampia trasparenza, si rende noto che: il Grande Oriente Egizio di Memphis e Misraim, la Gran Loggia Egizia d’Italia, l’Ordine dei Cavalieri Massoni Eletti Cohen dell’Universo, la Chiesa Gnostica Egizia, il Grande Oriente Egizio e la Società degli Indipendenti sono dipartimenti di un’Associazione costituita a Roma il 29/01/2013, avente codice fiscale: 97734990589, i cui statutisono stati depositati presso un notaio.

A nome del consiglio direttivo dell’Associazione sono adottate le deliberazioni aventi ad oggetto i dipartimenti succitati.
I marchi distintivi e le denominazioni del Grande Oriente Egizio di Memphis e Misraim, della Gran Loggia Egizia d’Italia, dell’Ordine dei Cavalieri Massoni Eletti Cohen dell’Universo, del Grande Oriente Egizio e della Loggia Gastone Ventura sono stati registrati presso l’ufficio marchi e le competenti camere di commercio della Repubblica Italiana e sono giuridicamente protetti da ogni indebito utilizzo, che sarà perseguito in tutte le sedi.